LULA | su battileddu

LULA | su battileddu.

Su Battileddu è sicuramente una delle più impressionanti maschere del carnevale sardo. La vittima sacrificale ha il viso sporco di sangue, annerito dalla fuliggine e il corpo ricoperto di pelli di pecora e montone. Sul capo porta due corna fra le quali viene fissato uno stomaco di capra, mentre sulla pancia, sotto i campanacci, uno stomaco di bue riempito di sangue, che viene bucato di tanto in tanto. Su Battileddu è la vittima sacrificale del carnevale. Intorno a lui si muovono maschere dal volto nero che lo aggrediscono più volte fino a ucciderlo. Su Battileddu viene quindi fatto sfilare su un carro, ma alla fine risorgerà, caratteristica che secondo molti dimostrerebbe come anche la maschera di Lula, come la maggior parte delle maschere sarde, tragga origine dai riti Dionisiaci.

Rivolgo un grazie particolare a Pietro, amico da tempi lontani con il quale ho condiviso le mie missioni quando vestivo la penna degli alpini e il mio futuro non era ancora stato disegnato; a suo padre, Antonio, vittima sacrificale del più emozionante rito che abbia fotografato sino a oggi.

attrus annos menzus frade caru e istimadu.

12 Comments

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.